Windows Mobile: da Windows Phone 7 fino a Windows 10 (Mobile). L’evoluzione di Microsoft

La nostra storia inizia con Windows Phone 7 e, nell’arco di questi sette anni, si è arrivati a Windows 10 Mobile alla vigilia della rivoluzione ARM.

Non tutti sanno però com’è andata a finire. Facciamo un tuffo nel passato!

Windows Phone 7

Nel 2010, come è noto ai più, Microsoft lancia sul mercato Windows Phone. Dopo vari tentativi e rinvii negli anni precedenti, l’azienda di Redmond presenta WP7 con l’intenzione di diventare il terzo competitore, confrontandosi con i già collaudati Android(Google) e iOS (Apple). I Principali partner sono HTC e LG. È una sfida difficile poiché i concorrenti possono vantare, grazie al vantaggio dei pur di pochi anni (ma fondamentali in ambito tecnologico), un numero maggiore di applicazioni e un sistema operativo più avanzato. In questa nostra storia, nel 2011, arriva Nokia che diventa il principale partner della Microsoft: nel mese di ottobre, al Nokia Word l’azienda finlandese, allora presieduta da Stephen Elop, presenta i Lumia 800 e Lumia 710.

Le caratteristiche di Windows Phone 7 sono lo stile Metro (ereditato da Windows 8) e le Live Tile. Il sistema operativo mobile di Microsoft è un ambiente chiuso come quello di iOS, e mostra una fluidità e una leggerezza apprezzabile. In questa prima versione non è presente il multitasking e le Tile si possono spostare o eliminare dalla Home Page, ma non è possibile modificarne la dimensione. L’Hub Contatti è per quel periodo molto più social rispetto a quella dei concorrenti: era sincronizzata con Facebook e Windows Live e da quell’ambiente si poteva seguire lo stato di ognuno, commentare o inserire un mi piace. Questa peculiarità ha distinto WP7 dai concorrenti ed è stata molto apprezzata anche da noti commentatori italiani come Andrea Galeazzi.

windows phone 7 - surface phone italia

 

Windows Phone 8

Nell’ottobre del 2012, con l’arrivo di Windows Phone 8, debuttano sul mercato i Lumia 920 e Lumia 820 (seguita nei mesi successivi di altri dispositivi della serie x20) e l’attenzione nei confronti di questi dispositivi, apprezzati anche oggi, diventa percepibile. Certo, la continua evoluzione dei concorrenti, soprattutto Samsung (Android) e iPhone (iOS), si fa sentire. Il mondo della tecnologia corre a velocità doppia e l’esperienza degli utenti dei Nokia Lumia si divide tra i nostalgici del periodo d’oro dell’azienda finlandese e quelli conquistati dalla fluidità di Windows Phone, pur con un minore numero di applicazioni rispetto ai lanciatissimi competitori.

Windows Phone 8 mantiene alcune peculiarità di WP7, come l’Hub Contatti, ma aggiunge alcune piccole chicche come la possibilità di modificare la dimensione delle Tile, anche se è ancora assente il multitasking.

windows phone 8.1 surface phone italia

Windows Phone 8.1

Con Windows Phone 8.1 il sistema operativo compie un salto qualitativo per adeguarsi alle innovazioni già presenti su iOS e Android: arriva finalmente il multitasking è viene finalmente introdotto il Centro Notifiche. Nei messi successivi, dopo il debutto negli USA, con l’aggiornamento Denim anche in Italia e in molti Paesi del mondo arriva in versione Alpha l’assistente vocale Cortana. È un passo fondamentale perché, terminate le prove generali, Cortana diventa uno dei pilastri di Windows 10.

Dopo l’acquisizione definitiva del settore Mobile della Nokia, Microsoft avrebbe avuto maggiori difficolta di cambiare i paradigmi consolidati se, nel gennaio del 2015, Satya Nadella (nuovo CEO dell’azienda di Redmond dal febbraio 2014) e il suo staff non annunciasse la nascita di Windows 10 come unico sistema operativo, le Universal App e una visione d’insieme di ampio respiro.

Windows 10 mobile

Dal 29 luglio 2015 il nuovo sistema operativo di Microsoft inizia la sua avventura, e milioni di PC (a partire dai dispositivi con Windows 7), 2 in 1 e Tablet hanno avuto la possibilità di installare gratis Windows 10 fino il 29 luglio 2016. Nel 2015 Windows 10 debutta sulla consolle Xbox e, dal mese di novembre 2015, Microsoft lancia sul mercato dei nuovi Lumia: 950XL, 950, 650 e 550. Questi saranno gli ultimi Lumia prodotti perché Nadella ha deciso di chiudere la Serie.

In realtà, ben consapevole della crisi del Personal Computer, nel giugno del 2012 l’azienda di Redmond lancia il primo Surface, nelle varianti con Windows RT e Windows 8 Pro. Accolti tiepidamente, con le successive generazioni, pian piano il Dispositivo ha guadagnato l’attenzione di un pubblico esigente e ben disposto a spendere cifre non alla portata di tutti. Il successo definitivo è arrivato con il Surface Pro 3 e ha dimostrato come la Microsoft sappia reinventarsi e creare dei modelli tecnologici poi seguiti sia dai partner sia dai concorrenti. Quindi, lo spostamento strategico intrapreso nel 2012 (con il CEO Steve Ballmer) si è consolidato con l’accelerazione voluta da Satya Nadella.

In questa realtà trasversale rappresentata da Windows 10, l’innovazione di Continuum, introdotto nei Lumia 950XL, Lumia 950 e Acer Jade Primo, è stata poi aggiornata con l’HP EliteX3.

Nonostante le tante novità di Windows 10 Mobile, il crollo delle vendite dei Windows Phone è stato netto. Il motivo non rientra nella non validità del sistema operativo, ma per un inadeguato supporto di hardware innovativi e in grado di affascinare.

windows phone windows 10 - surface phone italia

 

…La svolta?

Oggi, se si analizza l’ecosistema Windows, nessuno può permettersi il lusso di ragionare in maniera settoriale, concentrandosi su un Dispositivo come il fine ultimo del cambiamento. Serve invece ridiscutere la strategia della diffusione perché Windows 10 è qualcosa che va al di là delle convenzioni consolidate. È un concetto innovativo che nasce da una lunga tradizione, quella Desktop, per ripartire verso frontiere tuttora inesplorate. Il modo di pensare alle Applicazioni, grazie all’intuizione delle Universal App, non potrà essere fatto con i metodi di pochi mesi fa, altrimenti si rischia di essere tagliati fuori e di restare a guardare il futuro che se ne va sotto i nostri occhi.

Per il definitivo rilancio di Windows 10 Mobile, serve un oggetto in grado di trasformarsi non solo in un 2 in 1 ma addirittura in 3 in 1 o in 4 in 1.  Dal Gaming al Desktop, dal Multimediale all’editing Fotografico, solo per fare alcuni esempi, qualsiasi attività sarà possibile farla, collegandosi a un monitor o in Mobilità. A questo punto la rivoluzione tecnologica potrà essere davvero globale.

Cosa ne pensate?

Rispondi